Come preparare la pelle all’estate

Ci siamo da poco lasciate alle spalle il cambio di stagione con tanto di pelle opaca, disidratata, segnata dallo smog, dal freddo e dallo stress, e siamo già pronte a prepararla al meglio in vista di questa attesissima estate 2021! 

Ma, prima di pensare alla skincare e a come preparare la pelle all’abbronzatura delle vacanze, concentriamoci sui passaggi chiave di cui dobbiamo tenere conto per una cura della pelle a 360 gradi, mirata a riportarla al suo splendore. 

Punta su un’alimentazione equilibrata e sana

Puoi affidarti alla dieta mediterranea, completa di tutti i nutrimenti necessari per rimettere in sesto tutte le carenze della cute e ripristinare così idratazione, densità, colorito sano, tonicità… Scegli, almeno due volte al giorno, alimenti ricchi di betacarotene (albicocca, melone, carota, zucca, patata dolce, cachi, arance, peperoni rossi, pomodori, anguria e verdure a foglia verde come spinaci, bietole, crescione, cicoria, lattuga, verza e broccoli), che stimolano la formazione della melanina per un’abbronzatura uniforme e luminosa. Tra l’altro, sapevi che il betacarotene estratto dall’olio di rosa Mosqueta è un ingrediente star degli scrub SATŌ? 

Non dimenticare, inoltre che, per mantenere la pelle idratata e densa, occorre bere due litri di acqua al giorno, ma lontano dai pasti, così si stimola l’eliminazione delle tossine.

Fai attività fisica all’aria aperta

Non serve che tu sia un’atleta e nemmeno un’appassionata. Basta mezz’ora di camminata o bicicletta al giorno per recuperare la forma fisica. In particolare adesso, dopo un anno di lockdown, con tanto di zona rossa che ci ha impedito di godere di tutti i benefici dell’aria aperta sia dal punto di vista del benessere, sia di bellezza della pelle

Ti chiederai: “Cosa c’entra l’attività fisica con la bellezza della pelle?” 

I benefici dell’attività fisica all’aria aperta favoriscono l’ossigenazione e dei tessuti epidermici e hanno un effetto detox sulla pelle rovinata dallo smog e dal freddo: il microcircolo sottocutaneo si attiva e, di conseguenza, la cute acquista bellezza, quel colorito sano che tutte desideriamo. Ma c’è di più: grazie all’attività fisica all’aria aperta, possiamo aumentare la produzione di vitamina D, indispensabile per le ossa ma anche per un buon funzionamento dell’organismo e ha un effetto positivo sul sistema circolatorio e su quello immunitario. Bene, la vitamina D viene sintetizzata dal nostro corpo a partire dall’assorbimento dei raggi solari dalla pelle (almeno 20 minuti al giorno, a temperature dai 25 gradi in su). 

Adesso che vi abbiamo dato questi consigli semplici per preparare la pelle all’estate e all’abbronzatura, concentriamoci sul viso (ti aspettiamo qui il 17 giugno per darti tutte le dritte sul corpo).

Per preparare la pelle del viso al sole

bastano 3 passaggi, ma sono fondamentali per abbronzarsi senza causare danni alla pelle e ottenere un colorito luminoso e omogeneo

  1. Analizza bene la pelle (è ideale utilizzare uno specchio ingranditore). Cosa vedi? I pori sono chiusi, di solito a causa dello smog e del freddo, ma ciò può derivare anche dall’utilizzo di creme sbagliate per il tuo tipo di pelle. Poi, punti neri sul naso e su altre zone del viso, brufoli sottopelle… Al contrario, la pelle può essere secca, sottile, leggermente arrossata sulle guance. In entrambi i casi (in particolare adesso che dobbiamo fare i conti anche con l’acne da mascherina anti Covid) la pelle è opaca, non riflette la luce e non è pronta a ricevere un’abbronzatura luminosa e uniforme. 

A questo punto, cosa si fa? Mantenere la pelle pulita è basilare, ma puoi fare di più. 

  1. Fai la pulizia del viso come dall’estetista per rinnovare la pelle prima del mare. 
  • Comincia con i fumenti due-tre volte alla settimana: metti a bollire in una pentola un litro di acqua a cui aggiungere due cucchiai di sale grosso o di bicarbonato e qualche goccia di oli essenziali di eucalipto, tea tree oil (se la pelle è impura), camomilla (se la pelle è disidratata). Metti un telo sulla testa e avvicina il viso al vapore. Resta in posa 10 minuti, poi rinfresca la pelle con una spugnetta o un dischetto di cotone imbevuto di acqua minerale frizzante. Sì, hai capito bene! L’utilizzo dell’acqua frizzante per la pulizia del viso è diffuso nei centri estetici di Corea e Giappone (lo chiamano “fizzy face cleanse“). L’anidride carbonica, infatti, adatta a tutti i tipi di pelle, pulisce i pori in profondità ed elimina i punti neri. Le bollicine, infatti, provocano una vasodilatazione che rimpolpa la pelle per un effetto distensivo, leggermente esfoliante, illuminate e rinfrescante.
  • Ogni 15 giorni fai lo scrub. Per avere un’azione efficace ma delicata allo stesso tempo, puoi scegliere il nostro Natural Face Scrubbing SATŌ: grazie allo zucchero di canna grezzo, svolge un’esfoliazione meccanica profonda che riattiva il microcircolo, purifica e lascia la pelle subito levigata e setosa correggendo i pori dilatati. Inoltre, aiuta la rigenerazione delle membrane cellulari e per il rinnovamento dei tessuti cutanei, idrata, leviga, attenua le macchie e nutre la pelle proteggendola dall’invecchiamento.
    Massaggia delicatamente per 5 minuti con le mani eseguendo movimenti circolari.
  1. Sempre, quando fai lo scrub e/o i fumenti, fai una maschera di idratazione profonda, antiossidante, anti macchia e di prevenzione delle rughe. Scopri la nostra Natural Age Caring Mask SATŌ: si avvale della tecnologia innovativa ICS Antiaging [bio-intelligent microingredients] che rappresenta un grande passo avanti nella cosmetica per il ringiovanimento cutaneo. Si tratta di una rivoluzionaria capsula a doppio strato a base vegetale con peptidi ancorati alla sua superficie che sono in grado di selezionare e guidare ai fibroblasti (come un dispositivo GPS) e lì rilasciare l’ingrediente attivo antietà che stimola la produzione di collagene ed elastina. La maschera contiene anche microsfere reticolate e disidratate di acido ialuronico a basso peso molecolare unite a polisaccaridi ad alto peso molecolare che penetrano nei livelli superiori dell’epidermide, catturano l’acqua come una sorta di spugna molecolare, si rigonfiano ed aumentano di volume. Così esercitano una pressione che spinge verso l’alto l’epidermide, riducendo anche le rughe più profonde. I microlipidi di vitamina C stabilizzata hanno un effetto anti macchia e stimolano la sintesi di collagene. Applica il prodotto con un pennello per la maschera (anche su collo e décolleté) sulla pelle inumidita con acqua gassata. Lascia in posa cinque minuti e poi massaggia delicatamente eseguendo movimenti circolari fino a completo assorbimento.

Ecco, adesso la pelle del tuo viso è pronta per un’abbronzatura luminosa e uniforme

Ma ricordati che il 17 giungo siamo di nuovo qui per darti i nostri migliori consigli per preparare la pelle del corpo all’abbronzatura, con tanto di indicazioni per eliminare la buccia d’arancia e attenuare la cellulite. Ti aspettiamo anche su Facebook e Instagram, chiedici per ogni dubbio, curiosità o necessità!

Share:

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Parliamo di...

Potrebbe interessarti anche

Come preparare la pelle del corpo all’estate

A che punto sei con la preparazione della pelle del viso all’estate? Hai letto la news? Non abbiamo parlato solo di bellezza ma anche di sana alimentazione, attività fisica all’aria aperta (adesso