Vitamina C: perché inserirla nel beauty case anche in estate

Un principio attivo alleato della giovinezza cutanea, adatto a tutte le stagioni e a tutte le età. Scopri perché fa così bene alla pelle

La vitamina C è il principio attivo cosmetico più versatile che ci sia. Contrasta l’azione dei radicali liberi, è un ottimo anti-infiammatorio e stimola la formazione di collagene, la proteina responsabile dell’elasticità e compattezza cutanee. Insomma, si tratta di un vero e proprio elisir di giovinezza, da inserire anche nel beauty case estivo.

L’INCI della vitamina C

Come riconoscere la sua presenza in un cosmetico? In etichetta cerca la dicitura ascorbic acid. Acido ascorbico, infatti, è il nome chimico della vitamina C. Anche se la sua forma pura è piuttosto rara da trovare: si ossida al minimo stimolo esterno ed è questa la ragione per cui i cosmetologi preferiscono utilizzarla sotto forma di derivato, cioè legata a una catena di altre molecole che la rendono più stabile. In questo caso tra gli ingredienti troverai ingredienti come ascorbil-palmitato, ascorbil-glucoside, ascorbil fosfato. Se associata alla parola “sodium”, vuol dire che la Vitamina C è lavorata in modo tale da essere più stabile, allo scopo di conservare la sua efficacia intatta sulla pelle. È il caso della dicitura presente nell’INCI della maschera antirughe Natural Age Caring di SATŌ: Sodium ascorbyl phosphate, una forma stabilizzata e idrosolubile di Vitamina C. Ha proprietà antiossidanti, schiarenti e illuminanti, contrasta e previene i segni del tempo e dell’invecchiamento della cute, rendendo la pelle più levigata e luminosa.

Quando usare la vitamina C?

Non c’è un’età precisa per cominciare ad applicare i cosmetici alla vitamina C. In linea di massima, grazie alla loro azione antiossidante, va bene usarli dai trent’anni in su, ma si possono adoperare anche prima.

Quando invece è necessario? Tutte le formule a base di questa vitamina sono indicate se ti esponi tanto al sole, sei una fumatrice o vivi in un ambiente molto inquinato, perché rallenta il photoaging, contrastando l’attività dei radicali liberi. Un altro vantaggio è che la vitamina C non presenta controindicazioni, nemmeno in estate. C’è una falsa credenza che vuole che questa sostanza non si possa usare durante il periodo estivo. In realtà, è vero il contrario: se applicata sotto il solare contrasta la formazione disomogenea della melanina, il pigmento che dà colore alla pelle. Un’idea è anche quella di coccolare la pelle con frequenti maschere a base di vitamina C, allo scopo di rendere la pelle più luminosa. Prova subito con Natural Age Caring Mask per vedere i risultati dopo un mese di utilizzo.

A cosa serve la vitamina C per la pelle

Ma quali sono i benefici della vitamina C per la pelle? In primis, combatte i radicali liberi e svolge un ruolo fondamentale nella formazione del collagene, contribuendo a mantenere la pelle tonica e compatta. Altre funzioni della vitamina C benefiche per la pelle? Favorisce la cicatrizzazione della cute, in quanto viene coinvolta nei processi che riparano i tessuti, illumina il colorito e protegge il microcircolo.

Share:

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Parliamo di...

Potrebbe interessarti anche