Come mantenere l’abbronzatura? Quali sono i consigli per prolungare l’abbronzatura a lungo?

Alzi la mano chi non si fa queste domande ogni volta che torna dalle vacanze. E in effetti quell’abbronzatura dorata, luminosa e uniforme che ci regala il sole durante l’estate, ci dà l’idea di essere più belle.

Dunque, come mantenere l’abbronzatura dopo il mare?

Non ti promettiamo il colorito dell’estate per tutto l’anno, ma ti diamo una serie di consigli di bellezza per conservare quella pelle colorita, morbida e luminosa ancora per circa un mese, anche di più. Considera che molto dipende dalla carnagione di base, più è chiara e prima tornerà a esserlo. È una questione di melanina, un pigmento che viene prodotto da alcune cellule del nostro organismo e che permette di abbronzarsi a contatto con i raggi solari. Sapevi che ci sono due tipi di melanina? La feomelanina, un pigmento rosso-giallo che si esaurisce facilmente, e la eumelanina, un pigmento di colore marrone-nero, che generalmente tutti i tipi di pelle contengono ma che nelle persone con pelle e capelli scuri ha una proporzione più elevata. Chi ha la carnagione chiara, al sole produce feomelanina, dunque è destinato a schiarirsi più in fretta. Chi ce l’ha ambrata, invece, resta abbronzato più a lungo.

Ma veniamo a noi. Leggi qui, ti diamo le indicazioni per mantenere l’abbronzatura più a lungo possibile.

Primo step: esfolia con cura la pelle di viso e corpo.

Se ti sta sorgendo un dubbio, sappi che non è vero che lo scrub toglie l’abbronzatura, anzi! Elimina le cellule morte che si depositano sullo strato superficiale cutaneo. Così il colorito ritorna uniforme e luminoso. Certo, non devi usare prodotti aggressivi.

Grazie a ricerche cosmetiche all’avanguardia, abbiamo messo a punto due scrub, uno specifico per il viso e uno per il corpo, entrambi a base di zucchero di canna grezzo e altri ingredienti naturali e nickel tested. Natural Face Scrubbing svolge una esfoliazione meccanica profonda che riattiva il microcircolo, purifica e lascia la pelle subito levigata e setosa correggendo i pori dilatati. Contiene anche olio di rosa Mosqueta ad alto contenuto di acidi grassi essenziali ideali per la rigenerazione delle membrane cellulari e per il rinnovamento dei tessuti cutanei. Con olio di crusca di riso e vitamina E, idrata, leviga e nutre la pelle proteggendola dall’invecchiamento. Applicalo sulla pelle pulita e umida partendo dalla zona T (fronte, naso e mento) dal centro verso l’esterno e poi su guance, collo e décolleté con leggeri movimenti circolari. Elimina il prodotto con una pezzuola in cotone sempre dal centro verso l’esterno per riattivare il microcircolo e ossigenare la pelle. Per il corpo, invece, c’è Natural Body Scrubbing: i granelli di zucchero di canna esfoliano la pelle in profondità riattivando il microcircolo ed eliminando cellule morte e buccia d’arancia. L’olio di rosa Mosqueta, ricco di acidi grassi essenziali, rigenera le membrane cellulari mentre l’olio di crusca di riso e la vitamina E idratano, levigano e nutrono la pelle mantenendola elastica e tonica. Applica lo scrub sulla pelle bagnata in modo che sia ancora più delicato, eseguendo un automassaggio dai piedi verso le spalle con movimenti circolari. Insisti su gambe e braccia che tendono a spellarsi più facilmente. Dopo il risciacquo, non usare sapone né bagnoschiuma che tendono a seccare la pelle e sbiadire il colore. Per la doccia, usa solo detergenti in olio.

Secondo step: utilizza l’amido di riso.

Questo ingrediente del tutto naturale, dà alla pelle una sensazione di freschezza e morbidezza e svolge azione lenitiva e protettiva tanto da essere ideale anche per la cute sensibile.

Perché l’amido di riso aiuta a mantenere l’abbronzatura più a lungo?

Avendo proprietà rinfrescanti e lenitive, idratanti e remineralizzanti, l’amido di riso decongestiona la pelle “cotta” dai raggi del sole rendendola così più morbida ed elastica. L’amido di riso è perfetto anche per la detergenza quotidiana. Utlizzalo nella vasca da bagno (versa circa dieci cucchiai di prodotto in acqua calda) e, se non hai la vasca, bagna leggermente la pelle e spalma l’amido di riso sul corpo: a contatto con la cute bagnata la polvere si trasforma in una soffice crema che dona un’immediata sensazione di benessere. Lo stesso si può fare per lavare il viso.

Ma se vuoi fare il pieno di amido di riso, ti suggeriamo la nostra crema viso Natural Face Caring – Cream che dà alla pelle una sensazione di freschezza e morbidezza e svolge azione lenitiva e protettiva (ideale anche per la cute sensibile) e la nostra crema corpo Natural Body Feeling – Cream.

Terzo step: evita le spellature.

La parola chiave è idratazione. Si comincia dall’interno. Se vuoi mantenere l’abbronzatura senza spellature, bevi molta acqua (almeno due litri al giorno) per permettere alla pelle di riacquistare tutte le riserve idriche necessarie e al corpo di eliminare tutte le scorie accumulate. Scegli acque oligominerali non prive di sodio: dà a pelle e organismo tutti i minerali persi con il caldo estivo. Puoi aiutare l’idratazione anche con l’assunzione di alimenti freschi, ricchi di acqua e sali minerali: frutta e verdura preferendo quelle di stagione.

Passiamo all’idratazione dall’esterno: applica mattina e sera delle buone creme idratanti su viso e corpo (le nostre SATŌ sono ricche di oli vegetali ideali per il ripristino dell’idratazione cutanea). E, sul viso, anche per prevenire o correggere eventuali segni di invecchiamento, fai una maschera specifica idratante e anti aging. Punto di forza della nostra linea di prodotti, Natural Age Caring – Mask si avvale della tecnologia innovativa ICS Antiaging [bio-intelligent microingredients] che rappresenta un grande passo avanti nella cosmetica per il ringiovanimento cutaneo. Si tratta di una rivoluzionaria capsula a doppio strato a base vegetale con peptidi ancorati alla sua superficie che sono in grado di selezionare e guidare ai fibroblasti (come un dispositivo GPS) e lì rilasciare l’ingrediente attivo antiage racchiuso nella capsula. Questo stimola la produzione di collagene ed elastina con una performante azione antiage. La maschera contiene anche microsfere reticolate e disidratate di acido ialuronico a basso peso molecolare unite a polisaccaridi ad alto peso molecolare derivanti da una varietà di pianta asiatica che penetrano nei livelli superiori dell’epidermide, catturano l’acqua che normalmente evapora dalla pelle, e sfruttando la capacità dell’acido ialuronico di agire come una sorta di “spugna molecolare”, si rigonfiano ed aumentano di volume. Così esercitano una pressione che spinge verso l’alto l’epidermide, riducendo anche le rughe più profonde. I microlipidi di vitamina C stabilizzata hanno un effetto inibente la melanogenesi, proteggono dal fotoinvecchiamento e stimolano la sintesi di collagene. In forma di microlipidi possiedono una struttura analoga alle membrane cellulari, prolungano la loro biodisponibilità e hanno un assorbimento migliore sulla pelle. Olio di germe di grano ad alto contenuto di acidi grassi polinsaturi e Vitamina E svolgono un’azione emolliente, nutriente e idratante.

Share:

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Parliamo di...

Potrebbe interessarti anche

Come preparare la pelle del corpo all’estate

A che punto sei con la preparazione della pelle del viso all’estate? Hai letto la news? Non abbiamo parlato solo di bellezza ma anche di sana alimentazione, attività fisica all’aria aperta (adesso